SCUDERIA CATANIA CORSE con onore alla finale di Orvieto, la bella cronoscalata umbra.

Mirko SULSENTI alla partenza della gara della Castellana ( Orvieto)

 

 COMUNICATO STAMPA SCUDERIA CATANIA CORSE                                                                      

 Grandi emozioni ad Orvieto per le finali di TIVM con i piloti della Catania Corse grandi protagonisti: a vincere i premi in palio, le iscrizioni gratuite per il prossimo anno, sono stati Mirko Sulsenti e Pietro Ragusa. Sfortunato Rosario Alessi.

Catania 18 ottobre 2023

La 50° edizione della Cronoscalata della Castellana ad Orvieto ha ospitato ancora una volta le finali nazionali del TIVM, un evento unico nel suo genere, organizzato in maniera impeccabile e con l’indimenticabile cerimonia della premiazione del venerdì sera realizzata davanti al Duomo di Orvieto, in una delle piazze più belle d’Italia. In palio c’erano per i primi tre classificati di ogni Gruppo le iscrizioni gratuite per le gare del prossimo anno: i protagonisti della Catania Corse che si erano qualificati per la finale hanno dato spettacolo, a partire da Mirko Sulsenti che con due fantastiche salite ha vinto il Gruppo TM SC al volante della sua Radical Evo piazzandosi anche al 14° posto della classifica assoluta. Protagonisti assoluti della feroce battaglia nel Gruppo E1 Sono stati Rosario Alessi (Peugeot 106) in classe 1.6 e Pietro Ragusa (Renault 5 Gt Turbo) nella 1.6 turbo: alla fine della prima salita di gara c’erano ben quattro piloti racchiusi in un secondo e mezzo con la gialla 106 del velocissimo “Saro” a guidare la funambolica carovana. In gara due Alessi però ha commesso una piccola sbavatura, spostando una rotoballa di qualche metro con il frontale della sua Peugeot.. che ne è uscito decisamente malconcio, così come il riscontro cronometrico, alzatosi di quattro secondi e che per soli 23 centesimi di secondo gli ha fatto perdere il terzo posto di Gruppo. E’ andata meglio a Pietro Ragusa, alla fine secondo, ma anche lui ha rischiato grosso in gara due, baciando un rail accecato dal sole: qualche danno per la sua ormai famosa Renault 5 ma risultato salvo. Insieme ai finalisti anche Filippo Cardillo non ha voluto perdersi lo spettacolo di Orvieto ed ha partecipato con la sua Peugeot 106 Racing Start plus: per lui tanto divertimento in questa ultima gara, in attesa del profondo upgrade della sua vettura atteso per il prossimo anno che dovrebbe riportarlo nelle zone alte della classifica, a lui certo più congeniale.

ROSARIO ALESSI CON LA SUA PEUGEOT E1 ITALIA 1600, con un minimo di foga in meno, poteva farcela

PIETRO RAGUSA velocissimo fin sul traguardo finale di un campionato un po contrastato

FILIPPO CARDILLO, sec da sinistra, in una foto di repertorio qui con Ridolfo, Fisichella e Antonio Leonardi NELLO FISICHELLA, ANTONIO LEONARDI

 

 

                                                                                                                                   ufficio stampa Scuderia Catania Corse

Max Lo Verde

mobile: +39 338 1680029 – e-mail: maxloverde@cataniacorse.it