LAD ETS presenta i risultati del “Progetto LADoro “Cure & Care”

COMUNICATO STAMPA
LAD ETS presenta i risultati del “Progetto LADoro “Cure & Care”
che unisce assistenza medica e supporto psicosociale
per i giovani pazienti che affrontano la malattia oncologica ,Tra i nuovi obiettivi raggiunti anche la creazione del nuovo laboratorio di cucina: Professionisti e chef uniti per contribuire alla corretta alimentazione ed affrontare, con minore disagio, la malattia e gli effetti collaterali delle cure.LAD ETS – L’Albero dei Desideri continua ad essere un baluardo di speranza e di innovazione nell’assistenza ai bambini affetti da malattie oncologiche, promuovendo progetti che integrano l’assistenza medica con il supporto psicosociale.
Sabato 25 Novembre LAD ETS presenta i primi due anni di attività del progetto LADoro “Cure & Care” inOncologia Pediatrica, sostenuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Divisione Terzo Settore,attraverso il “Fondo per l’assistenza dei bambini affetti da malattia oncologica”LAD, in questi anni, ha focalizzato la propria attenzione sui bisogni di salute dei bambini affetti dal cancro in tutte le fasi della diagnosi e della cura, per migliorare la qualità della vita dei bambini, adoperandosi per sostenere un approccio teso ad associare efficacia e sostenibilità delle cure e dell’assistenza durante la degenza, nel post-degenza e fino alla remissione. Il progetto “LADoro – Cure&Care in Oncologia Pediatrica”
ha l’obiettivo di migliorare la qualità di vita di bambini e adolescenti con malattia oncologica, incrementando la loro compliance  ai protocolli terapeutici e riducendo gli effetti traumatici che la malattia oncologica può provocare nel lungo termine. Il progetto prevede anche la presa in carico del nucleo familiare, tanto dei genitori quanto di fratelli e sorelle, perché la malattia oncologica produce effetti psicologici significativi su ognuno di loro.
In questo quadro si colloca l’offerta di servizi predisposta dalla Casa-Abbraccio WonderLAD che attraverso il progetto “Cure & Care in Oncologia Pediatrica”, ha potuto sperimentare il miglioramento continuo deimodelli organizzativi e di assistenza dei bambini colpiti da malattia oncologica.
“Il nostro particolare metodo di “Cure&Care” – ha dichiarato Cinzia Favara Scacco – presidente di LAD -dedicato ai bambini con malattia oncologica, è un percorso di elaborazione terapeutica non verbale basato sull’Arteterapia e usa il mondo immaginale per non interrompere il processo di crescita del piccolo paziente durante la malattia, attivando e stimolando le sue risorse positive con la creatività.
La malattia oncologica pediatrica coinvolge il bambino in tutta la sua complessità. Per questo LAD ha sviluppato un approccio di riabilitazione globale (GRP) che include supporto psicologico attraverso l’approccio non verbale dell’arte terapia, la riabilitazione Neuro-Psico-Motoria, Logopedica e Fisioterapica ed attività sportive selezionate ad hoc come tennis tavolo, Jujitsu e scherma. Il programma di riabilitazione globale, personalizzato per ciascun bambino, ha messo in evidenza quanto questa combinazione abbia un ruolo determinante nel migliorare entrambe le componenti, perché l’uso di entrambi gli emisferi del nostro cervello potenzia le capacità del bambino, facendo entrare in gioco tutte le funzioni di riabilitazione. 

Siamo orgogliosi che il progetto “Cure&Care in Oncologia Pediatrica” sia stato ammesso a finanziamento dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione generale del Terzo Settore e della Responsabilità Sociale delle Imprese. Esprimiamo profonda gratitudine anche nei confronti dei nostri partner e professionisti per il loro impegno costante, al nostro fianco, in ogni nuovo e sfidante progetto avviato da LAD ETS”.
In particolare, in struttura, è stato allestito uno spazio funzionale ad accogliere ed accompagnare il post-degenza di bambini/adolescenti inviati dall’U.O.C. di Onco – Ematologia Pediatrica, per essere supportati attraverso attività di laboratorio, attività riabilitative, fisioterapiche e di supporto psicologico nel recupero del naturale flusso di vitalità occluso dal peso della malattia.
Partendo dall’accoglienza integrata collegandola ad obiettivi specifici come il segretariato sociale , il sostegno psicologico, l’accompagnamento ai luoghi di cura, la riabilitazione psicomotoria, le attività educative e ludiche (compreso il sostegno scolastico), il sostegno al reinserimento sociale.Un momento di festa e un messaggio di speranza è quello lanciato, ancora una volta, da WonderLAD  Catania, che sabato presenterà anche l’innovativo “Laboratorio di Cucina”, parte integrante del progetto “Cure & Care in Oncologia Pediatrica”,
Il progetto, sviluppato all’interno del programma “Promozione dell’equità in ambito sanitario PSN 2018”, è un’iniziativa pionieristica, in co-progettazione fra i Policlinico di Catania e LAD ETS, che dimostra come la cucina e una corretta alimentazione possano giocare un ruolo fondamentale nel benessere dei bambini e degli adolescenti affetti da malattie oncologiche.
I laboratori, realizzati con la preziosa collaborazione dello Chef etneo Seby Sorbello e di Electrolux, vedranno l’attiva collaborazione della Fondazione Gruppo Arena, della Federazione Italiana Cuochi e di CONPAIT, e segna un passo avanti nella cura e nell’assistenza ai giovani pazienti: professionisti e chef uniti per contribuire alla corretta alimentazione ed affrontare, con minore disagio, la malattia e gli effetti collaterali delle cure.ELISA PETRILLO

ADDETTO STAMPA