I trent’anni della Bologna – Raticosa, quinta tappa del Campionato salita autostoriche

Toto' Riolo all'arrivo vittorioso

Trenta primavere per una delle piu’ belle cronoscalate italiane nel circuito del Campionato salita velocita’ autostoriche. Una gara che una volta partiva da Bologna e arrivava al passo dell Futa in “ soli “ 35 Km, pensate un po’ ! Oggi non si potrebbe fare piu una cosa del genere, e poi questo vecchio percorso era anche un pezzetto di Mille Miglia.
Francesco Amante, una figura di pilota gentlman come ormai molto pochi, è stato l’organizzatore della sua gara e lo è da tanti anni e infatti l’organizzazione non ha fatto un grinza, con un buon direttore di corsa quale Paolo Roselli, uno staff di commissari tecnici capitanati dall’infaticabile Giuseppe Martorana ( è in corso la causa di beatificazione per Lui…) . Nel campionato italiano autostoriche non c’è una classifica assoluta, ma comunque il cronometro la classifica fa da se e il piu’ veloce in generale è stato un siciliano: Toto’ Riolo al volante di una Stenger con motore Bmw 2500, curata dal team Barbaccia,per la gioia di quei pochi siciliani che varcano spesso lo stretto e si sobbarcano a trasferte lunghe e faticose e che erano anche stavolta presenti .Diversi di questi sono stati in evidenza nelle rispettive classi, fra cui Vincenzo Garraffa primo di classe con la sua Porsche e gia’ in pectore per il titolo conquistato alla quinta gara, come anche in corso di avvicinamento Serse , Pagliarello e Salvatore Asta. Attardati da vari inconvenienti tecnici Beppe La Rocca, Matteo Adragna e il vs cronista, ma puo’ capitare anche questo ogni tanto ( l’importante è che non si verifichi troppo spesso…)Grande lavoro nel team Toscana Motorsport, con l’infaticabile Marco Bernardini a combattere con sei vetture. Nei raggruppamenti in evidenza Rinolfi, Asta,Zambelli, Gigliotti,Mezzetti. Claudio Conti, il bravo Simone di Fulvio con l’Osella 2000 autore della seconda migliore prestazione, Piero Lottini terzo con un altra Osella.Una nota per l’accoglienza della Bologna Corse a tutti, con in omaggio uno zainetto pieno di cappellini, magliette,tortellini ,salamini e altro,ma sopratutto per pochi fortunati invitati alla mensa sociale della Scuderia, dove il noto Chef Antonio, assistito dal conte Sergio Davoli( in veste ahime di cameriere , noblesse oblige) si è sbizzarrito in cucina fra tortellini, arrosti e dolci, riunendo nelle due serate piloti della scuderia e ospiti ( anche la contessina Joelle de Lacroix,ospite del Conte Ranieri Fumi e della moglie Anna Brenciaglia,nonche la famiglia di Vittorio Mandelli ) sotto la tenda e accanto alle vetture da corsa schierate.Una maxi premiazione, preceduta da una colazione all’aperto in una giornata di caldo notevole ha concluso la manifestazione bolognese. Ultima corsa della giornata : tutti ai carrelli per tornare a casa, e Siciliani in fuga verso l’aeroporto.

Toto' Riolo all'arrivo vittorioso

Toto’ Riolo all’arrivo vittorioso

IMG_0648

MARCO BERNARDINI  SEGUE LA LUCCHINI DI CLAUDIO CONTI

MARCO BERNARDINI SEGUE LA LUCCHINI DI CLAUDIO CONTI

BEPPE MARTORANA , PAOLO ROSELLI, FRANCESCO AMANTE

BEPPE MARTORANA , PAOLO ROSELLI, FRANCESCO AMANTE

IL CONTE S ERGIO DAVOLI E  ALESSANDRO RINOLFI

IL CONTE SERGIO DAVOLI E ALESSANDRO RINOLFI

PIERO LOTTINI E  GINA  COLOTTO( pilotessa di  una formula abarth)

PIERO LOTTINI E GINA COLOTTO( pilotessa di una formula abarth)

LA LANCIA AURELIA B 20 DI VITTORIO MANDELLI

LA LANCIA AURELIA B 20 DI VITTORIO MANDELLI

ENRICO ZUCCHETTI

ENRICO ZUCCHETTI

PATRIZIE STEFANO DE SANTI ( VALDELSA CLASSIC MOTOR)

PATRIZIA E STEFANO DE SANTI ( VALDELSA CLASSIC MOTOR)

UN MAGGILONE 1600 GR 2

UN MAGGIOLONE 1600 GR 2

FIAT 1100 ALA D'ORO DI TONINO CAMILLI

FIAT 1100 ALA D’ORO DI TONINO CAMILLI

mARCO BERNARDINI CLAUDIO CONTI E TIBERIO NOCENTINI

MARCO BERNARDINI, CLAUDIO CONTI E TIBERIO NOCENTINI

FOTO SENZA  COMMENTO

FOTO SENZA COMMENTO

STEFANO DE SANTI E  VINCENZO GARRAFFA

STEFANO DE SANTI E VINCENZO GARRAFFA

LA  CONTESSA  ANNA  FUMI BRENCIAGLIA, che pilota  una Mini Cooper

LA CONTESSA ANNA FUMI BRENCIAGLIA, che pilota una Mini Cooper

GIORGIO TAGLIETTI ,LA  CONTESSINA JOELLE DE LACROIX E IL CONTE  RANIERI FUMI

GIORGIO TAGLIETTI ,LA CONTESSINA JOELLE DE LACROIX E IL CONTE RANIERI FUMI

P1130145P1130145

TOTO' RIOLO E LO CHEF ANTONIO

TOTO’ RIOLO E LO CHEF ANTONIO

CLAUDIO CONTI,JOELLE DE LA CROIX,RANIERI FUMI E IL TEAM BARBACCIA  CON TOTO' RIOLO

CLAUDIO CONTI,JOELLE DE LA CROIX,RANIERI FUMI E IL TEAM BARBACCIA CON TOTO’ RIOLO

TOTO' RIOLO( corre per la Bologna Corse)  FRANCESCO AMANTE( presidente  della Scuderia stessa )

TOTO’ RIOLO( corre per la Bologna Corse) FRANCESCO AMANTE( presidente della Scuderia stessa )

SIMONE DI FULVIO E  TOTO' RIOLO

SIMONE DI FULVIO E TOTO’ RIOLO

P1130194P1130192

LA PORSCHE  DI MATTEO ADRAGNA,

LA PORSCHE DI MATTEO ADRAGNA,

vincenzo garraffa

VINCENZO GARRAFFA

PAOLO CANTARELLA E CLAUDIO CONTI SUL PODIO

PAOLO CANTARELLA E CLAUDIO CONTI SUL PODIO

GIANNI PAGLIARELLO, SAMUELE BAGGIOLI,PASQUALE NOLE',VINCENZO GARRAFFA

GIANNI PAGLIARELLO, SAMUELE BAGGIOLI,PASQUALE NOLE’,VINCENZO GARRAFFA

2 Comments on "I trent’anni della Bologna – Raticosa, quinta tappa del Campionato salita autostoriche"

  1. chef antonio | 9 Giugno 2015 at 16:12 | Rispondi

    ciao grande blogger

    un caloroso ringraziamento per la stupenda foto alla mensa del paddock

    della Bologna Corse

    un a rivederci a presto dallo chef antonio

    • Vincenzo Barone | 9 Giugno 2015 at 17:21 | Rispondi

      grazie a Te grande Chef da corsa. Ti manca in mano una autostorica e la fai completa !! e mi raccomando sempre poco sale nelle pietanze,perchè il sale fa alzare la pressione. e la mia è gia’ altina perchè ci pensano le DONNE a farmela alzare !! abbracci e a presto.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*