Val D’anapo- Sortino , meglio se col fresco ! E’ stata una avventura in tutti i sensi.

VAL D’ANAPO-SORTINO .

Un tranquillo week end di ….caldo pazzesco( e non solo ) . Parafrasando il famoso film triller, cosi potremmo definire la cronoscalata di Sortino 2017 svoltasi il 23 luglio us. E pensare che aspettavamo questa gara con piacere , sopratutto per l’impegno profuso sia dai locali appassionati, pronti a sbracciarsi, che dal Sindaco Vincenzo Parlato, che ha veramente lavorato come un Sindaco difficilmente fa in simile circostanza; e di circostanze ve ne sono state diverse: la prima il caldo pazzesco, che suggerisce la prossima a fine Settembre 2018,o se  volete  ai primi di Maggio,  ma un altro fatto eclatante ha investito la quiete di questo tranquillo paesino, patria del miele, accogliente e ospitale, che fra le altre cose vive la corsa da 30 anni come un grande evento e una risorsa. Invece stavolta è successa una cosa che va al di la di ogni fantasia pseudo delinquenziale: durante la notte fra venerdi e sabato, ignoti hanno versato olio bruciato sul percorso dalla partenza fino al “ferro di cavallo”(nota curva della crono) cioè meta’ percorso , creando non solo il pericolo per i passanti specie in motocicletta che, anche a quell’ora potevano passare, ma sabotando , secondo loro, le prove ufficiali e magari se gli andava bene, anche la gara.Reato ambientale ! E altri reati. Alle 2 della notte del sabato , una squadra di volenterosi coordinati da Forestale e Protezione civile, ha iniziato a lavorare e la notte della gara il percorso era agibile. Certo non è stato un atto civile, bensi inqualificabile. Il resto lo lasciamo agli inquirenti e non andiamo oltre in commenti , essendoci una indagine in corso. La gara tuttavia, gia’ con iscritti in tono minore del consueto, ne ha risentito . Non è facile mettersi al volante di una qualsiasi auto da corsa e vedere, sia pure asciutta, questa striscia nera che ti accompagna in traiettoia di curva e a velocita’ da  gara ! E i tempi si sono alzati, anche per la temperatura dell’asfalto. Ha vinto con merito Luca Caruso , con la sua bella Radical 1,6, superando il Nonno Gianni Cassibba, che corre da 50 anni, ma che di fronte ai giovani ha dovuto abdicare, e bene pure un giovane venuto da Malta, terzo.Been anche Andrea Marziano, e diversi altri catanesi , anche fra le bicilindriche, un mondo per conto proprio.

Fra le storiche vittoria dell’abitue’ Ciro Barbaccia con la Osella sport , versione super corta , super piccola, che in un percorso come questo è perfetta, ma un risultato eccellente è stato anche quello di Salvo Caristi con la Fiat 128 Gruppo 5, secondo miglior tempo,e primo del gruppo terzo, mentre benissimo ha fatto nel suo gruppo, il secondo, e nella sua classe Matteo Adragna con la sua bella Porsche preparata da Balletti, facendo il vuoto dietro di se. Bene anche nel primo gruppo Antonio Piazza e Toto’ Spinelli.C’eravamo anche noi delle classi piu’ piccole , come Dario e Ruggero Nicolosi, Sergio Sambataro, i due fratelli Scaccianoce,Gregorio Tosto, Paolo Nicosia, il vs cronista, e altri catanesi Doc, tutti piazzati benino, ma sopratutto la Scuderia Etna che ha vinto per merito di Matteo Adragna , di Ruggero Nicolosi e anche del sottoscritto la classifica del secondo raggruppamento, e il meglio ancora deve venire con le prossime gare, in cui faremo ancora meglio e il secondo raggruppamento sara’ inattaccabile. Arrivederci Sortino e come si dice a Catania. ..alla prossima !( in autunno)

CIRO BARBACCIA E LA SUA OSELLA VINCENTE ( una vera autostorica)

MATTEO ADRAGNA PRIMO DI GRUPPO E DI CLASSE

RUGGERO NICOLOSI AR GTAM

FRANCESCO AVERSA , PILOTA ITALIANO IN DANIMARCA,COL VS CRONISTA E LA 128 GIANNINI

LE GRANDI RAGAZZE DELLO STAFF DI MARCO CASCINO, CORAGGIOSO DIRETTORE DI GARA

NUNU GIANCANI,LINO CAPIZZI, AGOSTINO ADRAGNA,ANGELO CONTINO PER LE VIE DI SORTINO

VALE BORINA SOL CON RINO GIANCANI, E AMICI DI CALTANISSETTA

SALVO CARISTI E SALVO MORTELLARO

ANDREA MARZIANO E FUORI VETTURA CASIMIRO PIAZZA

TOTO’ SPINELLI SCENDE DALLA SUA GIULIETTA SZT 1600

ANDREA FERRARELLA, RUGGERO NICOLOSI,SERGIO SAMBATARO,VINCENZO BARONE MORTI DI CALDO E IN …TUTA,ALL’OMBRA  DEL ..NULLA  PRIMA  DELLA PARTENZA

MELCHIORRE LO BIUNDO E FRANCESCO AVITABILE

LA CLASSE 2000 TC AL COMPLETO, SEMPRE ALL’OMBRA .. E PRIMA DELLA PARTENZA, CON CASIMIRO PIAZZA,RUGGERO NICOLOSI,LIVIO SCACCIANOCE, ALBERTO SANTORO E NICOLA SCACCIANOCE

GIUSEPPE GIGLIUTO COL FIGLIO

TINO BUGLIARELLO

LA SUPER R5 TURBO DI GIUSEPPE BARBAGALLO PREPARATA DA CRISTALDI

I CONIUGI PATAMIA ACCANTO ALLA LORO PORSCHE 3000

L’ASSESSORE AI SERVIZI SOCIALI DI SORTINO COL SINDACO , VINCENZO PARLATO E IL FRATELLO ANTONIO

GIUSI SANSONE E ROSARIO GIORDANO

MICHELE CONTE E CLAUDIO MARCHESE AL LAVORO ALLE VERIFICHE TECNICHE

LO STaFF DI MARCO CASCINO ( secondo da DX) per le vie di Sortino

IL COMMISSARIO DELEGATO CSAI PATRIZIA LA DELFA E SUA FIGLIA( anche Patrizia è cresciuta …, da bambina la tenevamo in braccio !)

DARIO NICOLOSI

CIRO BARBACCIA RE DELLE STORICHE

FRANCO CORALLO

LA PORSCHE DI CLAUDIO LA FRANCA

 

Be the first to comment on "Val D’anapo- Sortino , meglio se col fresco ! E’ stata una avventura in tutti i sensi."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*