ITALO CULTRERA

Apriamo una nuova rubrica dedicata ai PERSONAGGI ( non quelli che leggete nel link in bianco sopra( quelli sono “di casa cataniavip”, roba interna )ma PERSONAGGI CATANESI che pian piano vi faremo conoscere, e iniziamo da un caro amico che non c’è piu’ e che merita un ricordo( non se ne dimentichino i suoi vecchi amici pero’…!).

Italo CULTRERA personaggio della buona societa catanese ci ha lasciati alla fine del 2011.Lo ricordiamo con affetto a tre anni dalla scomparsa.Nella sua esistenza ha fatto tutto ciò che gradiva fare e che più si confaceva al suo cattere gioviale e vivo. Da più giovane era noto a Catania per i suoi scherzi ad amici e non ,talmente ben riusciti che poi anche le vittime ne ridevano. Questa era la sua forza!Storico lo scherzo fatto a un conoscente che si accompagnava al gruppo stretto di Italo ,un simpatizzante insomma ,tale Carmelo, un po’ balbuziente,che aveva il sonno facile e quindi fu fatto ubriacare in un bar di Taormina e una volta dormiente nella sua stessa Fiat 600 ,fu portato al parcheggio dell’imbarcadero di Villa San Giovanni e lasciato a dormire dentro la sua auto fino al risveglio ,mentre ovviamente Italo e compagni erano gia’ rientrati a Catania.

Ancora altri scherzi , laddove le varie “ Candid camera”, “Scherzi a parte” , “Libero” che allora allietavano le serate televisive delle famiglie, potevano andarsi a nascondere di fronte alle trovate del gruppo Cultrera!!Lui infatti era l’anello di congiunzione di due gruppi di cosidetti “ vitelloni” degli anni 60-70, tutti di buona famiglia e oggi attempati settantenni, nomi non ne facciamo,ma ancora oggi molti di questi sono nei solotti buoni della citta’,e questi due gruppetti “operavano” fra piazza Trento e via Etnea, ovviamente stazionando nei due migliori bar delle due vie, e amici fra loro, ma spesso rivali, e li entrava in scena ITALO, il grande, guazzando tra loro e dirimendo discussioni, sempre pacifiche, e il carisma usciva fuori.Era una fonte inesauribile di trovate, come quella che accadde allorchè fu ospitato con un paio di amici e per due giorni all’Osservatorio dell’Etna , dove era posta una stazione meteo, e così, in breve si invento’ e riusci a suggestionare tutti , giornali compresi, che sull’Etna c’erano gli spiriti, e tutti ci credevano!!Per non parlare dei necrologi, ovviamente fatti su amici e conoscenti ,o ancora peggio, parenti, zii , nonni dei conoscenti, con cui si annunciava la dipartita del malcapitato, perfettamente ancora  vivo e vegeto ! E poi  i manifesti per le celebrazioni “ Pennisiane”, che costituivano il fulcro del luogo in cui si trascorreva una parte della giornata, il barbiere, e giu’ li’ burle e storie per festeggiare il barbiere , nominato Cavaliere della “Real casa”, ma quale casa ? Ma ovviamente Italo non era solo questo, bensì tutto altro uomo acculturato e introdotto anche nell’ambiente dello spettacolo ed era amico di molti attori, fra cui il comico Gianfranco D’Angelo e spesso ha avuto parti in spettacoli teatrali,”E’ricca,la sposo e l’ammazzo” del regista Segio Iapino, ma anche con altre compagnie .Un ruolo importante lo ebbe nello sport automobilistico, in quanto personaggio sportivo e appassionato , proprietario di una Ferrari Scaglietti ,e per questa sua passione fu eletto presidente della prestigiosa Scuderia Automobilistica Etna, allora sodalizio tra i primi d’ Italia,( ma  ancora oggi ci difendiamo grazie a Dio) per numero e qualita’ di piloti ,tutti reclutati da Italo, trascinatore di centinaia di persone alle cronoscalate e in pista a Pergusa, Vallelunga affittando un pullman per i tifosi di Enrico Grimaldi, Pony,M. Arriva,Peppino Alongi,Nando Iacono,” Pam” e tanti altri. Ma anche in altri campi,lui andava oltre i confini italiani e poteva annoverare tra le sue conoscenze anche quella del Presidente USA Bill Clinton che ,appassionato di sassofoni ,ricevette da Lui una pipa a forma di sax realizzata a Caltanissetta dal celebre Amorelli e che fu  portata a Washington in occasione di una festa di beneficenza a cui partecipava anche lo stesso Clinton,e neanche a dirlo non solo Italo  era invitato, ma fece invitare da una senatore americano, anche l’allora Presidente della Provincia di Catania Nello Musumeci,e la foto con Clinton parla chiaro senza dubbio.Insomma la sua vita fra donne, motori, vita sociale e spettacoli, pur restando legatissimo alla moglie Sara, donna eccezionalmente intelligente ( e paziente) e all ‘unico figlio Carmelo. Peccato che non sia arrivato a scrivere un libro, perchè sarebbe andato a ruba!
Ciao Italo.
(Vincenzo Barone)

P1020695

Ritagli di Stampa

P1020699

Con la compagnia di Gianfranco D’Angelo

P1020711

Foto in sala da barba

P1020716

Italo Cultrera

P1020718

Italo racconta con fervore le sue storie

P1020723

Una sua intervista

P1020725

La Ferrari Scaglietti

P1020728

Foto con BILL CLINTON e la storica pipa a forma di sax

P1020729

La storia dei vitelloni anni 70 pubblicata su LA SICILIA

P1020732

una Locandina

4 Comments on "ITALO CULTRERA"

  1. Che grande onore Papà, nessuno fino al mio ultimo respiro potrà permettersi di dimenticare l’immenso che Tu eri, sei e sarai sempre in questo mondo terreno dove il tuo grande humor scrisse oltre sei mesi prima della chiusura del Tuo sipario terreno………
    …….”Italo Cultrera non è più! Un male incurabile lo ha strappato, dopo oltre 60 anni di unione, alla dolcissima moglie Sara Maccarone, al figlio Carmelo con Rossella e con l’adorata Sarah. Ai parenti tutti ed ai tanti amici a cui ha voluto fare l’ultimo scherzo della sua vita terrena!”

  2. Complimenti, Vincenzo, ricordare quella bella e grande Persona che era Italo, è stato un gesto fantastico e graditissimo specie per chi ha avuto la fortuna di essere stato un Suo amico. GRAZIE.

  3. Auguri per i Tuoi 82 Anni Celesti……

Leave a comment

Your email address will not be published.


*