CAMPIONATO ITALIANO AUTOSTORICHE. Alla coppa del CHIANTI non c’era solo vino, ma ben altro.Anche qui un grande successo.

MATTEO ADRAGNA CON LA PORSCHE DI BALLETTI

Una Coppa del Chianti classico come sempre molto ben organizzata da Franco Becci e company con circa 200 macchine al via, parecchie delle quali provenienti da mezza Europa e che hanno dato lustro ancora maggiore alla gara,svoltasi a due passi da Siena, a Castellina in Chianti, patria del buon vino, e una delle piu’ gettonate del circus delle autostoriche nel Campionato Italiano salita. Un percorso molto bello, anche se un po troppo veloce nel primo tratto con alcuni punti come il “dosso” e la curva di Fonterutoli alquanto impegnativi; il percorso stesso è stato tuttavia ben preparato sin dal Giovedi pomeriggio e la gara si è svolta senza intoppi o incidenti, se si eccettua qualche toccata di qualcuno che rientra nella normalita’.Una ottima direzione gara e uno staff molto efficiente. Il miglior tempo lo ha fatto come ogni anno Uberto Bonucci con la Osella Pa9/90 che aggiunge alla consueta sua ottima prestazione in ogni gara, la conoscenza di questo percorso al centimetro, essendo un residente del luogo.Ma bene anche i Peroni padre e due figli,uno dei due con una moderna, poi Walter Marelli, Lele Aralla e Turriziani. Molti i vincitori di classe che hanno posto una ipoteca sul titolo italiano anche nelle classi piu’ piccole, come Giacomo Barone della Scuderia Etna di Catania, con la Fiat 128 Giannini e il compagno di squadra Matteo Adragna con la Porsche messa a disposizione dal team Balletti, secondo nella classe oltre 2500 nel campionato stesso, unici siciliani in gara insieme tuttavia al Pratese di Caltanissetta ,Francesco Branciforti, gia’ campione italiano prima di questa gara. Ottima la prestazione di Andrea Pezzani con la Giannini che ha battuto il plurivincitore Riccardo Da Frassini. Diverse le donne in gara fra cui Chiara Polledro, sempre velocissima con la formula Abarth, poi anche Gina Colotto con analoga vetturetta, Angela Grasso con la bellissima Lotus 23 e poi anche Valeria Pulvirenti con la Radical, molto sfortunata per aver picchiato in prova.Una nota di colore è stata quella dell’apprezzato ritorno al Paddock del “ Villagio Galops” dove sopratutto i fedelissimi dell’Abarth si ritrovano per assaggiare di tutto e di piu’. Da qualche anno Paolo Galoppi ( “ Galops” ) non metteva le tende della squadra Piloti senesi, ma appena abbiamo visto in bella mostra l’affettatrice professionale, abbiamo fatto un tuffo negli anni 2010 e 2011 e abbiamo apprezzato leccornie senesi, dolci e salate,insieme a 30/40 persone. L’utima tappa del circus sbarca finalmente in Sicilia,( restituiamo il “passaporto” toscano !) a Cefalu’ dove , a parte i piloti siciliani in massa, verranno diversi piloti dal continente che hanno ancora conti in sospeso coi loro diretti competitors e si prevede una gara in doppia manche alquanto frizzante.

da questa battuta, vista su una lavagnetta di un bar di Querciagrossa si evince la simpatica ironia tutta toscana

 

VALERIA PULVIRENTI CON LA SUA RADICAL. NON HA VAUTO PERO’ MOLTA FORTUNA

QUI CO AFIANCO IL FIGLIO FABIO BELLINI, CHE INVECE HA FATTO UNA OTTIMA GARA CON LA PICCOLA A112

GINA COLOTTO CON LA FORMULA ABARTH

CHIARA POLLEDRO ANCHE LEI SU FORMULA FIAT ABARTH

ANGELA GRASSO CON LA SUA BELLA LOTUS 23

DI SPALLE A DESTRA FRANCO BECCI, PATRON DEL CHIANTI

FABRIZIO BERNETTI DIRETTORE DI GARA AGGIUNTO, MA DI FATTO HA FATTO PIU DI TUTTI

ROBERTO MISSERI E FABRIZIO BERNETTI

IL VINCITORE ASSOLUTO UBERTO BONUCCI QUI CON ANDREA PEZZANI E CHIARA POLLEDRO

VERIFICHE CON I MASSIMI ESPONENTI TECNICI DELLA FIA E DI ACI SPORT( QUI RALF PETERSON CON DONATELLO BELLOSI)

IL VENERDI SERA , PRIMA DELL’INIZIO DELLE “OSTILITA’ CENA DELLA SCUDERIA VALDELSA CLASSIC QUI CON IL PRESIDENTE DE SANTI E LA (PAZIENTE )MOGLIE PATRIZIA

COMPLEANNO PER ANDREA PEZZANI

QUI CON PATRIZIA DE SANTI

LA PRESENZA STRANIERA SI EVINCEVA ANCHE DAII MEZZI DI SUPPORTO

GIACOMO BARONE CON LA  PROPRIA FIAT 128  (SCUDERIA ETNA ) ALLA PARTENZA DELLA SUA GARA  VITTORIOSA

FEDERICO MEZZETTI FIAT 128, MANCATO COPETITOR IN GARA PER UN GUASTO

CONSTANTIN SERBAN , PILOTA STRANIERO,CON LA FIAT 128 MESSA A DISPOSIZIONE LA fABRIZIO VERNIANI

FABIO BELLINI HA VOLATO CON LA A112 PREPARATA DAL “NONNO LARINI

ALVARO BARTOLI, HA FATTO SOLO LE PROVE MA NON LA GARA PER UNA PERDITA DI OLIO

DALLA CECOSLOVACCHIA SONO ARRIVATE 4 SKODA 130 ( 4 MISSILI )

LA INCREDIBILE E VELOCISSIMA STEYER PUCH (  POCO PIU CHE UN gO kART)DI UN PILOTA AUSTRIACO

UNA FERRARI BERLINETTA 250 DI UN PILOTA SVIZZERO

MATTEO ADRAGNA CON LA PORSCHE DI BALLETTI

BEPPE COVOTTA QUI COL PRESIDENTE DEL TEAM ITALIA RICCARDO TACCHINI CHE HA  BATTUTTO IL RECORD DI PRESENZA IN UNA GARA , ESSENDO STATO TRE GIORNI INTERI  AL CHIANTI

IL PREPARATORE FIORENTINO BEPPE COVOTTA CONTROLLA LA FIAT 128 DI GIACOMO BARONE

MARIO SALA CON DANIELA

TIBERIO NOCENTINI CON LA COMPAGNA

T

GRUPPO DI FULVIO CON OSPITE PALMIERI

CASA BALLETTI CON DUE PORSCHE DI PALMIERI E ADRAGNA E LA FIAT 128 DI GIACOMO BARONE

 

GLI  ARALLA

CASA PEZZANI-POLLEDRO

LA BMW DI FRANCESCO BRANCIFORTI

UNO SCORCIO DEL PANORAMA DAL PERCORSO DI GARA. SI INCONTRANO CASALI TIPCAMENTE TOSCANI DI NOTEVOLE PREGIO. TUTTO ORDINATO  URBANISTICAMENTE PERFETTO

LA RICOMPARSA DELLA AFFETTATRICE PROFESSIONALE HA ANNUCIATO IL RITORNO AL PADDOCK DEL FAMOSO “Villaggio Galops” . praticamente UN MITO

Claudia alle prese con l’affettatrice

Claudia con Paolo Galoppi “GALOPS”

QUESTE FOTO PARLANO DA SOLE

GIACOMO BARONE, ,IL piccolo GALOPS, IL PREPARATORE BROGI di Volterra

IL GRANDE GALOPS IN VERSIONE MT.1,98,QUI CON SALVATORE , CON BEPPE LO DUCA E  GIACOMO BARONE

 

 

Be Sociable, Share!

Be the first to comment on "CAMPIONATO ITALIANO AUTOSTORICHE. Alla coppa del CHIANTI non c’era solo vino, ma ben altro.Anche qui un grande successo."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*