AUTOMOBILISMO :ATTIVITA’ AGONISTICA DIFFICILE IN TEMPO DI COVID , MA NON PER TUTTI.

Spettacolare questa foto con le tre FIAT Abarth 1000 sul bagnato della pista di Magione : Da destra Dario. con al centro RuggeroNicolosi, accanto Sergio Sambataro

Questa stagione sportiva 2020, se cosi puo’ chiamarsi, certamente sara’ ricordata per la quasi inattivita’ dei tanti piloti siciliani che ogni anno sfogano la loro passione con cronoscalate , gare in pista e altro, stante la difficile situazione creata dalla pandemia, tuttora in corso, che per un paio di mesi estivi sembrava essere in esaurimento ,mentre invece non è stato purtroppo cosi’.

Nonostante cio’ , pur con la maggior parte di competizioni delle varie specialità annullate, alcune di queste si sono comunque svolte in assenza di pubblico e con le precauzioni dettate dalla rigida normativa nazionale e regionale.

Diversi piloti siciliani hanno partecipato a varie gare , una per tutte la cronoscalata al Monte Erice del 25 ottobre,valida per il CIVM e il CIVSA ( sigle di Campionato salita Moderne e storiche ) che ha visto un siciliano , Luca Caruso, piazzarsi terzo assoluto, con la sua Osella 2000, dietro ai due professionisti ( che fanno gara a se ) quali Fagioli e Merli. La palma della sfortuna è andata al campione siciliano in carica , Domenico Cubeda, che ha avuto due disavventure consecutive , la prima a Cividale in Friuli, dove una scodata di troppo in allineamento gli ha causato una avaria alla sospensione ,costringendolo a non prendere il via, mentre a Erice, dove avrebbe sicuramente fatto una gara eccellente, è stato vittima di una intossicazione alimentare sin dal venerdi , e ha dovuto prendere la via di casa per questa ragione. Tuttavia a Gubbio e a Popoli aveva avuto due ottimi risultati.

A ERICE la Scuderia Etna aveva una sola vettura nelle autostoriche, la Peugeot 205 del consocio Marco Vitale che ha portato alta la nostra bandiera vincendo la classe di appartenenza. Bene anche l’amico  Salvo Mortellaro , pilota sortinese, che ha debuttato con la nuova Golf storica, ex “ Aeron” portandola a un ottima performance.

Molto bene i piloti della Catania Corse, fra cui anche Ignaccolo ,Tudisco, Samuele Cassibba, e Fisichella, quest’ultimo nelle autostoriche, tutti ben piazzati, ma il colpo grosso è stata la vittoria matematica nel campionato italiano bicilindriche di Andrea Currenti con la velocissima 700 preparata a Catania da Cosentino , quasi un aereo !

Bene anche un paio di piloti dell’Aspas come Ferrarella e Spinelli, vincitori di classe.

Benissimo anche Matteo Adragna, secondo assoluto nel secondo raggruppamento della gara di Erice e ben piazzato nel ridotto campionato italiano. Campione italiano anche Natale Mannino con la Porsche e Pippo Savoca con la Bmw 635 entrambi del terzo raggruppamento delle autostoriche.

Un discorso a parte meritano tre piloti della Scuderia Etna che invece sin da Giugno, quando (erroneamente) si pensava che il Covid fosse quasi un ricordo, decisero, capitanati dall’intraprendente capopolo Ruggero Nicolosi e suoi “gregari” Dario Nicolosi( suo padre ) e Sergio Sambataro, di iscriversi al Trofeo Italia Storico , una serie di gare di 20 minuti in pista all’autodromo di Magione ( Umbria ) dove periodicamente si sono recati e si stanno continuando a recare con tre Fiat Abarth 1000 che sono diventate le mascottes e l’ “attraction “ del Trofeo , organizzato dai nostri (storici) amici Alvaro e Alessandro Bartoli, conseguendo sempre ottimi risultati . Anche qui la paura del Covid , ha bloccato in Sicilia qualche altro di noi, sottoscritto compreso. Questa pandemia sta togliendo un anno di vita, specialmente a chi, ha gia’ una certa eta’ ma  che, pur mantenendo uno spirito sportivo attivo, non se la sente di muoversi dall’alveo cittadino.

Un altro pilota della Scuderia Etna , Giuseppe Gulizia, è riuscito a partecipare al Trofeo monomarca della Ford con le piccole KA , girando un po’ le piste di tutta Italia, compresa Pergusa ( vedi Catanavip artic specif), con piazzamenti e vittorie che lo collocano nella parte alta della classifica.

Speriamo di non avere dimenticato nessuno, e in ogni caso non c’è nessuna dietrologia, sia ben chiaro. Molti di noi hanno preferito prendersi un anno sabatico forzato e stare “ in campana “.

DOMIENCO CUBEDA ACCANTO ALLA SUA FA 30 ZYTEC

 Luca Caruso (Osella Pa/2000 foto di repertorio

MARCO VITALE A ERICE ( SCUD  ETNA)

BASTA VEDERE LA FOTO PER CAPIRE ….ANDREA CURRENTI CAMPIONE ITALIANO BICILINDRICHE

MATTEO ADRAGNA SECONDO ASSOLUTO AUTOSTORICHE ERICE

LA BELLA ABARTH 1000 GR 5 DI NELLO FISICHELLA A ERICE

PIPPO SAVOCA ALLA COPPA DEL CHIANTI CLASSICO

ALVARO BARTOLI, E SUL PODIO SAMBATARO E DARIO NICOLOSI

LO SCHIERAMENTO BAGNATO DEL 25 OTTOBRE A MAGIONE PER IL TROFEO ITALIA STORICO

 

pista di magione : DARIO NICOLOSI INSEGUITO DA TUDISCO

Spettacolare questa foto con le  tre FIAT Abarth 1000 sul bagnato della pista di Magione : Da destra Dario. con al centro RuggeroNicolosi, accanto Sergio Sambataro

 

Be the first to comment on "AUTOMOBILISMO :ATTIVITA’ AGONISTICA DIFFICILE IN TEMPO DI COVID , MA NON PER TUTTI."

Leave a comment

Your email address will not be published.


*