Angelo D’Arrigo: un Angelo che volava: a 10 anni dalla scomparsa una stele nel Piazzale della Funivia dell’Etna

LA STELE IN "LARGO ANGELO D'ARRIGO" NEL PIAZZALE DELLA FUNIVIA

 

A 10 anni dalla sua scomparsa( un  banale incidente aereo a Comiso) è stato ricordato Angelo D’arrigo, noto in tutto il Mondo come aviatore estremo , titolare di innumerevoli record sportivi nel volo libero che ha sorvolato mari, deserti, vulcani e catene montuose, insieme a volatili quali aquile delle Alpi , rapaci dell’Himalaya , avvoltoi dell’America Latina .Angelo imparava ad osservarli e convivere con loro rispettandoli e facendosi rispettare. Il suo bagaglio di esperienze fu messo al servizio della scienza e materiale per diversi documentarie anche la NASA si interesso’ alle sue esperienze.E’ stato il primo uomo a percorrere in volo libero, senza ausilio di motore, il Sahara, ad attraversare la Siberia e a sorvolare la montagna più alta della terra. E non poteva che esser l’ETNA,la sua montagna di origine,a tributare un riconoscimento a Angelo con l’intitolazione dei uno slargo e la posa di una grande stele nel piazzale della Funivia. C’erano tutti, davvero tutti i suoi estimatori e amici, c’era la moglie Laura Mancuso, i figli, insomma un grande tributo, in quanto ‘iniziativa ha avuto anche il patrocinio dell’Ente Parco dell’ Etna e del Comune di Nicolosi, i cui rappresentanti istituzionali erano li a onorare la cerimonia. C’erano anche i fratelli Napoli, marionettisti dell’opera dei pupi, molto noti a Catania e non solo, che hanno fatto un piccolo spettacolo in onore del caro Angelo .Molti erano i componenti delle Fondazione D’ìArrigo  che circondavano affettuosamente i familiari  dello stesso, con in testa la signora Laura, che ha poi scoperto targa e stele, mentre sul cielo, un po ventoso, volteggiavano due aerei leggeri e un deltaplano, quello che era di Angelo.Nell’ambito di questa  giornata sono state organizzate  Escursioni  a piano Vetore e ai Crateri Silvestri, cui hanno partecipato molti dei presenti poi alla cerimonia  svoltai a mezzogiorno.-

QUESTO ARTICOLO  PARLA DELL’EVENTO DI OGGI 26 MARZO. ULTERIORI NOTIZIE , DICHIARAZIONI  E INDICAZIONI SONO  PUBBLICATE  IN QUESTO STESSO  BLOG NEL PEZZO  FATTO NEI GIORNI SCORSI , CHE POTRA ‘ ESSERE  CONSULTATO  SCORRENDO CATANIAVIP.

Angelo D'Arrigo e l'aquila Nike (nome dea alata greca)

LA FOTO DEL PRECEDENTE NS ARTICOLO RICHIAMA L’EVENTO DI OGGI

LAURA D'ARRIGO E I FIGLI SCOPRONO LA STELE

LAURA D’ARRIGO E I FIGLI SCOPRONO LA STELE

 

LA STELE IN "LARGO ANGELO D'ARRIGO" NEL PIAZZALE DELLA FUNIVIA

LA STELE IN “LARGO ANGELO D’ARRIGO” NEL PIAZZALE DELLA FUNIVIA

LA TARGA POSTA NELLO SLARGO

LA TARGA POSTA NELLO SLARGO

MARISA MAZZAGLIA E AUTORITA' ' FAR CUI IL SINDACO DI NICOLOSI

MARISA MAZZAGLIA E AUTORITA’ ‘ FRACUI IL SINDACO DI NICOLOSI

I FRATELLI NAPOLI HANNO CREATO UNO DEI LORO PALADINI IN ONORE DI ANGELO

I FRATELLI NAPOLI HANNO CREATO UNO DEI LORO PALADINI IN ONORE DI ANGELO

P1020052

PICOLI AEREI ULTRALEGGERI PASSANO SUL PIAZZALE

PICOLI AEREI ULTRALEGGERI PASSANO SUL PIAZZALE IN ONORE DI ANGELO D’ARRIGO

FRANZ ZIPPER E FULVIA CAFFO

FRANZ ZIPPER E FULVIA CAFFO

GIOVANNI TOMARCHIO A DX CON AMICI DELLA POLIZIA DELLA NEVE

GIOVANNI TOMARCHIO A DX CON AMICI DELLA POLIZIA DELLA NEVE

LAURA D'ARRIGO

LAURA D’ARRIGO

L'ARRIVO AL RIFUGETTO DI SANTA BARBARA

L’ARRIVO AL RIFUGETTO DI SANTA BARBARA META  DELL’ESCURSIONE A PIANO VETORE AD OPER ADELLA GUIDA  SOCCORSO ALPINO ORAZIO DI STEFANO.

ESCURSIONE AL RIFUGETTO DI SANTA BARBARA A PIANO VETORE

ESCURSIONE AL RIFUGETTO DI SANTA BARBARA A PIANO VETORE

P1020036

INTERNO DEL RIFUGETTO SANTA BARBARA, UN TAVOLO DUE PANCHE UN CAMINO ATTREZZATO: PRATICAMENTE LA SALVEZZA IN CASO DI BUFERA

P1020035

LA GUIDA DEL SOCCORSO ALPINO ORAZIO DI STEFANO

LA GUIDA DEL SOCCORSO ALPINO ORAZIO DI STEFANO

UN PINO SPECIALE IN MEZZO ALLA LAVA

UN PINO SPECIALE IN MEZZO ALLA LAVA

UNA GROTTA DOVE VENIVA CONSERVATA LA NEVE DEI GRANITARI

UNA GROTTA DOVE VENIVA CONSERVATA LA NEVE DEI GRANITARI

P1020025

LA COLATA DEL 1985

UNA LAPIDE CHE CITA UNA FRASE DI GIOVANNI PAOLO II °

UNA LAPIDE CHE CITA UNA FRASE DI GIOVANNI PAOLO II °

Be the first to comment on "Angelo D’Arrigo: un Angelo che volava: a 10 anni dalla scomparsa una stele nel Piazzale della Funivia dell’Etna"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


we-wish-you.mp3